Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori

con Nessun commento

Altan Pimpa Cipputi e altri pensatori

 

Dal 23 Ottobre 2019 al 12 Gennaio 2020 presso il MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, la mostra dedicata al disegnatore e vignettista Francesco Tullio Altan, capace di vantare un primato di pochi; piace a tutti, bambini e adulti, grazie ai suoi personaggi che abitano il presente o il possibile.

La Mostra e personaggi

Mostra antologica, completa che celebra lo straordinario lavoro creativo di Altan attraverso disegni originali, illustrazioni, schizzi, tavole, poster, libri e filmati che ci consegnano un pensatore che attraverso i numerosi personaggi ha sempre indagato scoprendo la banalità paradossale e gli scomodi scheletri che la contemporaneità tenta di nascondere.

Si parte dalle origini con un Altan meno conosciuto. Nella prima sezione, infatti, Altan prima di Altan, troveremo grandi fogli sui quali l’autore si esercitava prima di pubblicare, o dei dipinti nei quali la ricerca di un proprio stile è evidente.

Segue poi la sezione dedicata al suo primo personaggio, nato nel 1973, Trino, che segna l’inizio della sua collaborazione con la rivista Linus. E qui si percepisce già tutto quello che sarebbe avvenuto dopo, la confusione e il dubbio che non sono per niente divini, ma umanissimi, perché Trino, è un dio impacciato e timido, non onnipotente e con il difficile compito di creare il mondo, lui per primo a non capire bene questo fatto della “trinità”. Del resto ha un superiore molto esigente che gli chiede di fare cose che non è capace a fare; in uno dei dialoghi esordisce così: “Ha creato qualcosa?” e la risposta che segue è: ”No, no. Sono confuso da quando sono uno e trino”.

Si entra poi nel cuore della mostra rappresentato dalle oltre duecento vignette pubblicate nell’attività ultradecennale animate dai suoi personaggi ormai leggendari: Cipputi, nato nel 1975, il mitico metalmeccanico comunista simbolo della classe operaia, La Luisa, il maiale in giacca e cravatta, che rappresenta il corpo molle che subisce sempre i colpi della vita, un magro muratore in canottiera, cappello di carta di giornale e mozzicone, una casalinga in bigodini, due bambini impertinenti, Il Cavalier Banana e la serie degli ombrelli, e le sue donne morbide e sapienti. Satira di altissimo livello, comprensibile a tutti, straordinaria e normale, perché i suoi personaggi in definitiva siamo noi.

L’ampio spazio centrale è dedicato alle sue storie a fumetti uscite su Linus e ora ripubblicate da poco in una nuova edizione dal titolo, Uomini, ma straordinari, edita da Cocoino. C’è Colombo, Franz (San Francesco) e Casanova, che raccontati da Altan non sono poi così straordinari, e mostrano il suo inconfondibile approccio stilistico. In una recente intervista così spiega: “La mia impressione è che non sia mai esistita l’età dell’oro. Scelsi quei personaggi, perché mi aveva sempre colpito il modo in cui ci venivano raccontati a scuola: con semplicità e nitore. Senza una macchia. E forse inconsapevolmente volevo restituire loro tutta la sporcizia che era stata mondata. Alla loro epoca le strade erano di fango non di marmo”.

Infine Kamillo Kromo e La Pimpa che è l’altro ambito creativo. Il personaggio della Pimpa in particolare, nato grazie alla figlia Francesca, rappresenta un mondo senza adulti, fatta eccezione di Armando, figura paterna al quale lei racconta le sue avventure quando la sera rientra a casa, il quale rappresenta una figura importante e rassicurante, non dà ordini ma sa ascoltare. Sempre Altan: “Nei fumetti e nelle vignette racconto il mondo com’è, nelle storie per bambini come dovrebbe essere”. In questa sezione troviamo anche disegni originali, giochi per bambini all’interno di uno spazio interattivo dove sarà possibile interagire col pianeta Altan.

Organizzata in coproduzione con Fondazione Solares e Franco Cosimo Panini Editore, e curata da Anne Palopoli e Luca Raffaelli, la mostra proporrà in correlazione due eventi imperdibili; Il 16 Novembre alle ore 17 ci sarà un incontro tra Altan e Carlo Verdelli, Direttore de la Repubblica, moderato dal curatore Luca Raffaelli, e il 17 Novembre dalle ore 11 alle ore 13, dedicato maggiormente ai più piccoli, ci sarà un laboratorio con l’autore che illustrerà una storia per una striscia inventata dai visitatori. Inoltre le domeniche del 1 Dicembre e del 5 Gennaio saranno dedicate al gioco con la Pimpa e i suoi amici nell’area gioco della mostra.

Insomma una esposizione ricca e stimolante dove adulti e bambini possono trovare uno spazio per la riflessione e per la sorpresa attraverso storie e personaggi, “liberi pensatori”, che ci rivelano con lucidità qualcosa di percepito ma non definitivamente chiaro. Altan ci aiuta mostrando come la sua creatività sia sempre in anticipo sulle nostre conclusioni.

Info, Orari e Costi

Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori

Dal 23 Ottobre 2019 al 12 Gennaio 2020, Museo MAXXI, Via Guido Reni, 4/A

Orario: Martedì, Venerdì e Sabato h 11-20, Mercoledì, Giovedì e Domenica h 11-19,

Chiuso tutti i lunedì e il 25 Dicembre

Biglietto: Intero € 12, Ridotto € 9,

Ridotto famiglie (due adulti e almeno un figlio, gratuito per gli under 14) € 9

La biglietteria chiude un’ora prima della chiusura del Museo

Info: 06 3201954 (attivo dal martedì alla domenica h 10 fino alla chiusura del Museo),

E-mail infopoint@fondazionemaxxi.it